Piazza Armerina

Giovedì, 10 Gennaio 2019 16:01

20 anni dell'Associazione Don Bosco 2000

30 novembre 1998 - 30 novembre 2018: 20 anni dell'Associazione Don Bosco 2000
 
20 anni della nostra storia, iniziata come un gruppo di giovani animati dalla voglia di rendersi utili agli altri attraverso un progetto di vita svolto con determinazione e passione in nome della mission di San Giovanni Bosco. Prima erano i giovani della nostra città, poi le donne migranti e i loro bambini, ora i giovani migranti sbarcati in Sicilia e i giovani in Senegal e Gambia. Agostino Sella, presidente dell’Associazione Don Bosco 2000: “Perché stare con le mani in mano non è possibile quando intorno a noi ci sono giovani che chiedono aiuto”.
 
Coraggio, coraggio sempre; non stanchiamoci mai di fare il bene e Dio sarà con noi (San Giovanni Bosco)
 
#accogliamo #sosteniamo #costruttoridiponti
Venerdì, 23 Novembre 2018 10:03

Arrestati i tre aggressori di Salife!!!

Si tratta di Ambrogio Tagliarino, 21 anni, Salvatore Calì, 28 anni ed Emanuele Barrile, 24 anni, tutti di Piazza Armerina. Inoltre, uno degli indagati avrebbe anche minacciato un altro extracomunitario per farsi consegnare degli stupefacenti. Gli episodi ebbero luogo lo scorso 15 dicembre, giorno della visita del Papa, all'interno della Villa Comunale della Città dei mosaici.
Il giovane gambiano, dopo l'aggressione che gli è costata la perdita di due denti, aveva denunciato alla polizia di essere aggredito e rapinato da tre giovani che, dopo averlo riempito di calci e pugni, gli avevano rubato il cellulare. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima e alle indagini per l'aggressione, la stessa sera, a un altro uomo, sempre alla villa comunale, per questioni di droga, la polizia è risalita ai tre.

Secondo incontro con gli studenti, delle seconde e terze classi della scuola media Capuana. Ad Accogliere calorosamente il nostro gruppo, costituito da Lamin, Kante, Modi, Amadou, Dalwar, Roman, Alain, Jean Paul, una della animatrici dell'oratorio salesiano Valentina Purrazza, il tirocinante Raffaele Gianuario e l'educatrice della comunità Giuseppina Pellegrino, sono state le professoresse Ilaria Lucerna e Grazia D'Imprima.
Il laboratorio dal titolo "Un viaggio da condividere - 1 tappa", ha l'obiettivo di far comprendere agli studenti che ciascuno di noi é continuamente in viaggio pur rimanendo "fermo" e questo grazie alle relazioni che coltiviamo con le altre persone che provengono sia da altri paesi limitrofi, che da città o continenti lontani da noi, sia attraverso gli oggetti che usiamo e che hanno una storia di "viaggi" alle spalle.

Oggi siamo all'università Kore a Enna al seminario sulle politiche migratorie per parlare di analisi di stereotipi, normative e integrazione. Portiamo la nostra esperienza di accoglienza in Italia e di cooperazione circolare in Senegal e Gambia con l'intervento della Dott.ssa Roberta La Cara su decreto Salvini e obblighi umanitari e con la testimonianza di Aly Traore. Aly è un mediatore interculturale presso i nostri centri di accoglienza ed integrazione in Sicilia ma è anche un migrante di ritorno, che periodicamente torna in Africa per aiutarci nella realizzazione dei progetti di cooperazione allo sviluppo. 
 
Mercoledì, 24 Ottobre 2018 07:41

I migranti rappresentano il Palio dei Normanni

Oggi due ragazzi del nostro centro di accoglienza "Ostello del Borgo" hanno partecipato ad una manifestazione in cui sono stati presentati prodotti tipici siciliani, rappresentando i figuranti del corteo storico del Palio dei Normanni.

Don Bosco 2000 a Siena: alcuni scatti della delegazione che ha partecipato all'esibizione del Palio dei Normanni a Siena. Migranti e operatori dello SPRAR per rappresentare un importante pezzo di storia della nostra città.

Salife, il migrante che giorno 15 settembre scorso è stato vittima di un’aggressione da parte di 3 balordi nel giorno della visita del Santo Padre rappresenterà l’Associazione Don Bosco 2000 nella delegazione del Comune di Piazza Armerina che nei giorni 28 e 29 settembre sarà presente alla manifestazione del Palio di Siena insieme al gruppo di circa 70 figuranti che rappresenteranno il Palio dei Normanni. “La richiesta del Comune di Piazza Armerina di coinvolgere la nostra associazione– dichiara Samantha Barresi, coordinatrice dello SPRAR di Piazza Armerina – rappresenta per noi un gesto particolarmente significativo non solo perché diretto al giovane gambiano vittima del deplorevole atto di violenza ma anche perché rafforza l’impegno di questa amministrazione verso il progetto dell’accoglienza integrata che è proprio dello SPRAR”. Questo invito è stato accolto da Salife come un’opportunità di riscatto sociale dopo l’aggressione. Il giovane migrante sarà accompagnato dagli operatori dell’Associazione Don Bosco 2000: Carla Camerino, assistente sociale, Modi Diawara, mediatore interculturale e Giuseppe Favata, volontario del servizio civile nazionale, oltre a Djuma, Alassane e Karim, una delegazione multietnica. “Sono molto felice di questo invito da parte del comune di Piazza Armerina, specialmente dopo i fatti che sono accaduti – dichiara il giovane Salife - Ora mi sento meno solo, ora mi sento accolto. Partecipare a queste tre giornate insieme ad altri giovani della comunità piazzese ed insieme ad altri migranti mi risolleva in un momento in cui mi sono sentito trascurato e un po’ isolato”. Tutta la comunità migranti dell’Associazione Don Bosco 2000 si è unita per sostenere Salife dopo l’aggressione ed insieme agli operatori, anche tanti privati cittadini hanno manifestato la loro solidarietà con messaggi e incontri per dare un forte segnale contro ogni forma di violenza e discriminazione.

Oggi su LA SICILIA a cura di Marta Furnari

Lunedì, 01 Ottobre 2018 08:03

Il Sindaco Cammarata tra i nostri ragazzi!

Don Bosco 2000 a Siena nella delegazione del Palio dei Normanni: il Sindaco Cammarata tra i nostri ragazzi! 

 Si parte, destinazione Siena, insieme alla delegazione del Palio dei Normanni che sarà presente al Palio di Siena. Migranti ed operatori del progetto SPRAR insieme per rafforzare l'integrazione nel territorio.

Oggi salutiamo Stefan e Veronique, fuggiti dalla Costa d'Avorio 4 anni fa. Sono arrivati in Italia col barcone, prima Veronique e poi Stefan, dopo un difficilissimo viaggio per raggiungere l'Europa. E' stata Veronique ad essere accolta nel nostro centro Ostello del Borgo a Piazza Armerina. Con una lunga procedura di ricongiungimento anche Stefan è arrivato a Piazza Armerina e i due hanno iniziato un percorso di alfabetizzazione, formazione e inserimento abitativo. Fortemente integrati nella comunità di Piazza Armerina, hanno entrambi lavorato nel territorio: come aiuto cuoco lui, come addetta alle pulizie lei. Ora, dopo aver concluso il percorso nello SPRAR, raggiungeranno Parigi, dove Stefan lavorerà nella posta francese. 

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it