Aulularia in scena presso la Giò Social House

La Sicilia 23 aprile 2017 "Metti una mattinèe con Plauto".

Con una matinèe e uno spettacolo serale, venerdì, presso la Giò Social House, è stata presentata “Aulularia” una commedia in due atti di Plauto, riadattata dal regista Biagio Pardo e proposta dalla compagnia teatrale“Gruppo Archeologico Geloi”. Questo è il secondo appuntamento della rassegna teatrale 2017 organizzata da Cinzia Emanuela Vella, responsabile delle attività della Gio Social House e vice presidente dell’associazione Don Bosco 2000 : ”La matinèe è stata programmata per gli alunni del liceo che hanno mostrato di gradire molto l’iniziativa, un confronto-dibattito ha concluso il momento teatrale, permettendo a studenti e insegnanti un confronto con gli attori sulla valenza formativa del teatro”. Il regista Biagio Pardo ha riadattato l’opera di Plauto includendo diversi momenti della nota commedia di Molière “L’avaro”, la scena degli equivoci e il pranzo di nozze, inoltre Fedra figlia di Euclione che nella commedia di Plauto è solo citata, nella versione di Pardo è presente in scena per tutta la durata della commedia. Gli attori hanno interpretato i ruoli con notevole professionalità riuscendo a coinvolgere il pubblico, inoltre le numerose incursioni in platea hanno conferito alla rappresentazione un tocco originale. L’avarizia è il tema centrale, il protagonista nasconde un tesoro trovato casualmente e la paura che qualcuno possa sottrarglielo condiziona negativamente la sua vita. La commedia induce lo spettatore, col sorriso, a riflettere sulla condizione attuale della nostra società dove il possesso diventa uno dei principali obiettivi di vita. Nella versione che propone il regista Pardo sono presenti numerose contaminazioni inerenti alle musiche, ai costumi, alle scenografia che non appartengono all’epoca di riferimento ovvero la Roma antica, inoltre, l’uso del dialetto continuamente e in modo naturale, lascia spazio all’italiano, rendendo l’intero dialogo divertente e facilmente comprensibile. Anche per il serale il confronto finale con il pubblico ha permesso di evidenziare alcuni importanti aspetti della tematica trattata. La rassegna teatrale si concluderà il 5 maggio con “Noi donne…ma soprattutto madri”, la storia di quattro donne con i loro ricordi, le emozioni, i dolori sopiti e i silenzi loquaci in una scenografia minimalista per sottolineare meglio i sentimenti delle protagoniste.

Marina Chiaramonte

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it

Please publish modules in offcanvas position.