La Sicilia - Corso per operatori dell'accoglienza

La Sicilia martedì 18 aprile 2017
"Catania. Formazione per operatori dell’accoglienza dei migranti"

Si svolgerà presso il centro di accoglienza di Catania, a partire dal 22 Aprile, per 3 weekend, un corso per operatori dell’accoglienza dei migranti, aperto a tutti coloro che vogliano acquisire competenze nel delicato settore della presa in carico dei migranti. Il corso è organizzato dal VIS, insieme all’associazione Don Bosco 2000, con il contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito del progetto “Io non discrimino” e prevede interventi multidisciplinari, con interventi di docenti di alto spessore tecnico ed accademico, che affronteranno i vari temi afferenti all’accoglienza, quali l’analisi dei contesti socio-politici e culturali dei rifugiati, la normativa Europea sul diritto di asilo e le procedure sul riconoscimento della protezione, la presa in carico di soggetti vulnerabili che necessitano supporto sanitario e psicologico, le tematiche dell’inserimento scolastico e lavorativo.
Un ricco programma di temi presentati da docenti universitari (Università di Catania, di Pavia e di Enna), avvocati, psicologi, mediatori ed altri professionisti che hanno esperienza nel settore dell’accoglienza dei migranti. Contributi significativi anche quelli della Fondazione Centro Studi Emigrazione – Roma, l’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione e il presidente del VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo), Nico Lotta che spiega: “Questa necessità di collaborare con una organizzazione internazionale quale il VIS e con l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nasce dalla consapevolezza di un problema spesso ignorato dai paesi che accolgono: l’emergenza vera non è solo accogliere i migranti in Italia ma aiutarli nei loro paesi di origine.
“Dopo aver sfruttato i paesi africani, adesso è arrivato il momento di sostenere con interventi concreti le loro attività imprenditoriali. Da questa consapevolezza nasce il nostro “progetto Africa” – commenta l’architetto Agostino Sella, presidente dell’associazione Don Bosco 2000 - Siamo già stati in Senegal per conoscere la realtà di partenza dei migranti e abbiamo sottoscritto significativi protocolli d’intesa con le rappresentanze imprenditoriali di uno dei paesi sub-sahariani più colpiti dai fenomeni migratori. Stiamo lavorando sulle attività per finanziare interventi sociali che possano creare opportunità per i giovani senegalesi e ridurre la migrazione. Inoltre vogliamo diffondere il nostro modello di accoglienza, che sino ad ora ha portato a risultati straordinari nelle comunità in cui stiamo lavorando”.
L’ingegnere Nico Lotta, presidente del VIS, aggiunge “L’ iniziativa si colloca nell’ampia attività che il VIS svolge nell’ambito della campagna “Stop Tratta” e il progetto “Io non discrimino” per contrastare il traffico di esseri umani, finalizzato alla migrazione illegale, attraverso la sensibilizzazione dei potenziali migranti sui rischi del viaggio verso l’Europa e per realizzare attività di formazione nei paesi di origine dei migranti. La collaborazione con l’associazione Don Bosco 2000 è ormai consolidata, soprattutto nelle attività di cooperazione internazionale ed interventi di sviluppo in Africa”.
Marina Chiaramonte

 
L'immagine può contenere: 2 persone
L'immagine può contenere: 2 persone
L'immagine può contenere: 2 persone, occhiali_da_sole e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 7 persone, spazio all'aperto
L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e tabella
+4
Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.