Aidone

La band composta da migranti ospiti dei nostri centri SPRAR di Piazza Armerina ed Aidone, i Migrant Music Drums (MMD) si è esibita sabato scorso insieme ad altre 11 band all'ottava edizione del Memorial Gaetano e Manuela Adamo. Un toccante momento quello in cui Modi, un giovane migrante del Mali, ha dato il saluto al pubblico con le seguenti parole: "OGGI SIAMO QUI PERCHE' LA MUSICA UNISCE TUTTI I POPOLI, ANCHE DOPO LA VITA. VI PORTIAMO LA NOSTRA AFRICA, PER RICORDARE LE PERSONE CHE NON SONO QUI". E' passato un messaggio di integrazione ed inclusione, in nome della musica. 

 L'ASD Don Bosco 2000, la nostra squadra multietnica che giorno 8 ottobre debutterá nel campionato di prima categoria, ospita oggi la squadra del Cara di Mineo in un'amichevole precampionato. Vittoria per 4 a 3 della nostra squadra. 

Martedì, 12 Settembre 2017 10:06

Mental coach all'opera per l'ASD Don Bosco 2000

Incontro motivazionale con il mental coach Giuseppe Favata. L'incontro ha come partecipanti i membri italiani della squadra di calcio ASD Don Bosco. Atrraverso l'analisi della piramide di Maslow si mentalizzano i bisogni individuali e di gruppo per puntare insieme verso l'apice , cioè l'autorealizzazione.

Martedì, 12 Settembre 2017 09:58

Vittoria dell'ASD Don Bosco 2000 nel triangolare

Parte con il piede giusto la ASD Don Bosco 2000, la nostra squadra multietnica che ha vinto il trofeo Cardaci con squadre di categoria superiore come l'Enna e la Barresi.

Martedì, 12 Settembre 2017 09:56

Esordio in amichevole dell'ASD Don Bosco 2000

Esordio della nostra squadra multietnica di calcio nel torneo triangolare pre-campionato, aspettando l'avvio della prima categoria.

I migranti di Aidone partecipano alla ricerca sociale dell'Università KORE che analizza le motivazioni alla base della migrazione. Un gruppo di nostri ospiti è stato intervistato e ha inoltre partecipato a momenti di riflessione e formazione. 

Mercoledì, 23 Agosto 2017 08:45

Consegna attestati corso di alfabetizzazione

Don Bosco 2000, Aidone, Sicilia
Consegna degli attestati di frequenza del corso di alfabetizzazione: importante momento conclusivo per i 70 allievi della Comunità diffusa di Aidone che hanno frequentato costantemente per tutto l'anno!
L'integrazione passa dalla conoscenza.
#integriamo #ionondiscrimino

Venerdì, 18 Agosto 2017 07:41

L'Accoglienza diffusa ad Aidone

Don Bosco 2000 - Aidone - Sicilia

Il modello dell'accoglienza diffusa: le operatrici dell'associazione aiutano i migranti che vivono nelle case private nelle attività della cucina e delle pulizie domestiche.

Un importante percorso verso l'autonomia e l'integrazione, nel rispetto delle regole della comunitá che accoglie.

#integriamo

Mercoledì, 16 Agosto 2017 07:33

Rigenerazione urbana e cittadinanza attiva

Gli Sprar di Aidone e Villarosa lanciano gli orti sociali a sostegno delle famiglie bisognose

Buone Storie & Buone Prassi, News

Ridare vita a spazi abbandonati, sostenere le famiglie bisognose e promuovere la coltivazione di prodotti a chilometro zero attraverso la collaborazione tra rifugiati e cittadini. Così si potrebbe sintetizzare il progetto “Orti sociali” lanciato dallo Sprar del Comune di Aidone e di Villarosa, in provincia di Enna. L’iniziativa nasce su proposta dell’area politiche sociali dell’amministrazione locale che ha messo a disposizione un vasto spazio verde e due beni confiscati alle mafie.
“L’iniziativa permetterà, grazie alla collaborazione dei richiedenti asilo ospiti dello Sprar, la riqualificazione di una vasta zona attigua alla villa comunale fino ad oggi abbandonata”, racconta la responsabile del progetto.
Non solo rigenerazione urbana, il progetto punta a favorire anche la nascita di una vera e propria rete di relazione a sostegno delle famiglie più bisognose. Sui terreni concessi dal Comune vengono coltivati infatti frutta e ortaggi destinati alle famiglie e alle persone in condizioni di disagio economico e sociale.
I rifugiati e richiedenti asilo dello Sprar, assieme agli studenti delle scuole locali, agli anziani, alle persone con disabilità, con il supporto e il coinvolgimento di imprese private e delle associazioni del territorio, hanno seguito dei corsi di formazione sulle tecniche di coltivazione secondo i principi dell’agricoltura biologica.
“Gli ospiti dello Sprar potranno così spendersi per la collettività ospitante contribuendo alla produzione di prodotti alimentari che serviranno a sostenere le famiglie locali e i soggetti in stato di bisogno e in difficoltà economica”.
Quella degli orti sociali è un’iniziativa che guarda all’intera comunità locale con particolare attenzione ai più giovani: “Vogliamo coinvolgere soprattutto scuole elementari e medie nelle attività dell’orto come veicolo per sensibilizzare sul tema dell’accoglienza. Una importante occasione sarà quella della Giornata mondiale del rifugiato (ndr che si celebra ogni anno il 20 giugno) in cui apriremo le ‘porte’ dello Sprar alla cittadinanza”, spiega la responsabile del progetto.
Tra le attività in programma anche la consegna a domicilio dei vari generi alimentari come “strumento di contrasto al fenomeno della disgregazione ed dell’esclusione sociale”. Inoltre, proprio perché si tratta di un progetto a vantaggio dell’intera collettività, è prevista anche la divisione in particelle dei terreni disponibili da affittare ciclicamente a privati cittadini ai quali, stagionalmente, spetterà parte del raccolto coltivato dai rifugiati e richiedenti asilo. Un progetto che guarda da un lato all’integrazione e alla conoscenza reciproca tra cittadini e rifugiati ma dall’altro sperimenta un welfare community che punta a mettere in moto un ciclo produttivo solidale per ridare vita ad aree abbandonate coinvolgendo le fasce di popolazione più vulnerabili.

Dal Rapporto annuale dello Sprar – Atlante 2016

 

http://www.sprar.it/storie-buone-pratiche/rigenerazione-urbana-e-cittadinanza-attiva-lo-sprar-di-aidone-e-villarosa-lanciano-gli-orti-sociali-a-sostegno-delle-famiglie-bisognose

Venerdì, 11 Agosto 2017 08:23

Provini per la nascente ASD Don Bosco 2000

ASD Don Bosco 2000 - Aidone - Sicilia
Il campionato di 1^ categoria si avvicina e lo staff tecnico dell'ASD Don Bosco 2000 di Aidone è impegnato, in questi giorni, a definire la rosa dei giocatori da mettere a disposizione dell'Allenatore Salvino Arena. Al campo sportivo "N. Malaponti" di Aidone, si è svolto il primo incontro con i giovani aidonese e i ragazzi migranti dell'Associazione Don Bosco 2000 di Aidone, Piazza Armerina e Villarosa, che aspirano a far parte della nascente ASD.
Altre new entry nella futura rosa, si aggiungono, infatti, tre giovani aidonesi. Si tratta di Calcagno Andrea centrocampista centrale, Lacchiana Filippo e Minincleri Giuseppe in difesa. I ragazzi, classe 2000, Martedi 8 Agosto sono stati premiati dal Sindaco di Aidone, Vincenzo Lacchiana, per la splendida vittoria del campionato provinciale Allievi, disputato con l'ASD Pro Aidone. Ed è proprio l’ex allenatore dell’ASD Pro Aidone che dichiara “conosco questi ragazzi da quando avevano 6 anni e fino ad oggi ho avuto la possibilità di seguire e curare la loro crescita calcistica.
Sono orgoglioso di poter continuare a lavorare con loro nella nuova ASD Don Bosco 2000”.
“Ho seguito personalmente questi ragazzi nel corso dell’anno e durante ogni partita sono emerse delle grandi doti calcistiche” afferma Stefano Pellegrino, Team Manager della ASD Don Bosco 2000, il quale avuto modo di conoscere i talenti dei tre ragazzi. I tre ragazzi non vedono l’ora di iniziare questa nuova avventura e dicono
“metteremo in campo tutte le nostre potenzialità per portare avanti un progetto così nuovo e speciale”.

Copyright © 2017 Associazione Don Bosco 2000 - Piazza Armerina. All Rights Reserved. Designed by StudioInsight.it